UNA VACANZA ALL’ELBA

Prima di capitolare, come tutti i bravi maschietti ricattati dalla propria futura consorte, decisi di fare una vacanza al mare, meta isola d’Elba da endurista, ai primi di agosto io e il mio amico carichiamo le moto e partiamo verso il mare incontaminato con la nostra fedele tendina igloo, tanto un buco lo troviamo di sicuro….

Sbarcati sull’isola la mattina, il nostro obiettivo era trovare una piazzola dove allocare la tenda, ma in serata dopo aver fatto il giro dell’Elba, tutti i campeggi ci avevano dato il due di picche, la prospettiva era o il campeggio libero o il ritorno in continente….

La dea bendata ci suggerisce di provare con una pensione modesta con giardino, morale della favola dato che le camere erano al completo, diventiamo baraccopoli 22….

Qui inizia la nostra avventura, si deve sapere che nell’isola a ferragosto è tradizione di scambiarsi souvenir tipo secchie d’acqua e quant’altro, un infelice gruppo di vicini folgorati sulla via di Damasco trovano divertente rendermi partecipe (dei due di picche racimolati nelle spiagge limitrofe dalla fauna locale) del loro disagio, tirandomi la sera un bella secchia d’acqua….

Io per natura non sono permaloso e al ritorno in terraferma, pensando di fargli cosa gradita ho sottoscritto con un giornale di inserzioni la loro volontà di disfarsi molto sottocosto di quel mezzo di locomozione, divenuto di colpo obsoleto.

Senza dubbio una vacanza indimenticabile, alla prossima avventura

S.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *