RUDY TITTI BIMBO

Oggi il mio amico Roberto parrucchiere mi ha raccontato la storia di bimbo il suo amatissimo cagnolino. Alla mamma di Roberto da poco era morto l’adorato cagnolino, lui vedendola così avvilita penso’ di rimediare prendendo un altro cagnolino. al canile pero’ in quel periodo avevano solo cani adulti, considerando che la mamma voleva tanto un cucciolo, pensarono allora di rivolgersi ad un allevamento ed il 16 giugno dell’anno (non si dice) e’ arrivato a casa bimbo. bimbo e’ un bellissimo volpino di Pomerania fulvo, e’ una palla di pelo, un vero “capellone’ degno proprio di un parrucchiere. Purtroppo la mamma di Roberto non poté godere per lungo tempo della compagnia del cagnolino, così rimasero soli, bimbo e Roberto, Roberto e bimbo. nel raccontarmi questa storia lui mi diceva che qualche volta pensa ad un disegno del destino nel avergli lasciato questa bestiola adorabile a lui che e’ Cosi’ solo. nel tempo gli venne la curiosità di conoscere i genitori di bimbo. Così un giorno telefono’ all’allevamento, ma l’allevamento aveva chiuso. camminando d’estate sul lungomare in compagnia di bimbo, senti’ dei signori dire che il cagnolino assomigliava tanto ai loro, Roberto incuriosito, si fermo’ e chiese ragguagli. raccontando la storia di bimbo venne a sapere che i signori erano i padroni dei genitori di bimbo Rudy e Titti, e che erano stati loro a dare al canile la cucciolata. Roberto chiese loro allora di poter vedere Rudy e Titti ma gli risposero che erano morti. un giorno purtroppo il marito della signora facendo retromarcia con la macchina investi’ ed uccise Rudy. lo seppellirono lontano in un campo. si accorsero dopo un po’ che Titti tutte le mattine si allontanava con in bocca del cibo. seguendola una mattina scoprirono che il cibo, probabilmente da sempre, era stato deposto dove era stato seppellito Rudy. tutte le mattine Titti portava la colazione a Rudy. nel giro di sei mesi Titti divento’ cieca. la padrona stanca di vederla in quelle condizioni decise di chiamare il veterinario per praticarle l’eutanasia, accordandosi per il giorno dopo. non si sa come mai ma Titti, il giorno dopo scappo’ di casa e per molto tempo nessuno seppe niente di lei, ma una mattina di dieci giorni dopo Titti si era stesa per l’ultima volta vicino al suo amatissimo Rudy.

D.R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *