Furto con destrezza

Nel periodo pasquale, dove lavoro, si cucina il capretto. Un giorno a pranzo, mentre prendevo le ordinazioni, mi accorsi che entro’ un cagnolino, avanzando spedito verso la cucina.

Mantenendo un certo distacco, conclusi con l’ordine e mi avviai verso la cucina. Incrociai il cagnolino che si apprestava ad uscire, passando in mezzo alla sala con in bocca un grosso osso di capretto. Chiesi alla cuoca come mai avesse dato l’osso al cane, mi rispose, che se l’era preso da solo pensando che il cane fosse di un cliente. Non era così’. Non so cosa avesse guidato così sicuramente la bestiola verso la cucina , così tranquilla e sicura, sembrava conoscere la strada alla perfezione.

Che fosse la reincarnazione di un nostro cliente ?

D.R.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *